Il "clementino" di origini algerine
Probabilmente frutto di una selezione ottenuta in Algeria ad inizio secolo, a seguito di semine dirette effettuate de Padre Clement Rodier dell'orfanotrofio di Misserghin, (dal quale hanno tratto il nome) e sono un ibrido tra l'arancio amaro "Granito" ed il mandarino "Avana".
Il clementino entra in maturazione a metà ottobre e viene commercializzato fino a gennaio, per la gioia dei numerosi estimatori che ne apprezzano la polpa dolce e profumata, oltre che la totale mancanza di semi. L'infuso della sua buccia possiede spiccate proprietà digestive.
Grazie alla buona percentuale di vitamina C ed alla presenza di flavoni e caroteni, il clementino protegge la parete vascolare; è rinfrescante, diuretico e, per l'elevato contenuto di zuccheri disponibili, giova nelle astenie psico-fisiche.
In cosmesi, con il succo si preparano lozioni tonificanti, con la polpa maschere per la pelle.
In cucina, il clementino può essere consumato al naturale oppure essere utilizzato per preparare succhi, frullati, macedonie, sciroppi, sorbetti, marmellate e confetture.
Ad una temperatura di 5-7 °C ed un'umidità relativa dell'85-90%, il clementino si può conservare per 4-5 settimane.

Le Clementine biologiche
Azienda agricola Chetta
Viale Garibaldi n. 108
92016 RIBERA (AG)

Per informazioni chiamare i seguenti numeri:
Acquista on-line
338 1605976    Fax 178 222 3217

E - MAIL     aziendachetta@libero.it


i nostri prodotti biologici.

  Copyright © 2010 Azienda Agricola Chetta  Aggiornato il 15 Ottobre 2016
  "I prodotti saranno disponibili dal 16 novembre 2016 - L'azienda Chetta compie il 25° anno di certificazione BIO